Le alleanze del petrolio: Shell e Saudi Aramco partner per progetto gas

Shell e Saudi Aramco lavoreranno insieme per sviluppare importanti progetti relativi al gas a livello globale

Le alleanze nel settore del petrolio continuano a dare risultati positivi.

Alcuni giorni fa la notizia di un accordo per una partnership tra i colossi Shell e Saudi Aramco per lo sviluppo di un progetto gas internazionale.

Il contratto preliminare è stato siglato a Londra alcuni giorni fa, ovvero a seguito della visita di Mohammed bin Salman, membro della famiglia reale saudita.

Mohammed bin Salman si trovava nel Regno Unito per analizzare alcuni progetti economici ed incontrare alcune autorità.

In occasione del suo soggiorno inglese, ha dichiarato che in realtà la discussione tra le due aziende petrolifere per i progetto gas è iniziato già da un po’ di tempo e che adesso è stato finalmente firmato il memorandum.

Il CEO di Shell, Ben van Beurden ha invece commentato: “Lavoreremo a progetti gas dal upstream al downstream in tutto il mondo e in Arabia Saudita. I particolari di questi progetti saranno resi noti a breve”.

I benefici globali delle alleanze nel settore del petrolio

Per Saudi Aramco il memorandum appena firmato fa parte di un disegno aziendale per sviluppare la propria rete di diversificazione.

Infatti, il colosso arabo è alla ricerca di nuove opportunità nel mercato internazionale del gas e lo fa insieme a Shell.

Ma non solo. L’Arabia Saudita cerca di formare alleanze in tutto il mondo per aumentare il consumo di gas nel proprio territorio.

Dall’altra parte, Shell considera l’accordo come elemento essenziale per raggiungere i propri obiettivi e aumentare il proprio portafoglio clienti.

Durante il CERAweek tenutosi la scorsa settimana e del quale abbiamo parlato nell’articolo pubblicato il 7 marzo, la società ha assicurato di essere impegnata nella riduzione delle emissioni.

Questo potrebbe portare Shell ad aumentare la produzione di gas naturale dal 50 percento al 75 percento.