gas offshore black sea oil & gas

Black Sea Oil & Gas conferma: potenziale per l’offshore in Romania

La Black Sea Oil & Gas conclude l’esplorazione nel Mar Nero.

Black Sea Oil & Gas (BSOG) ed i suoi partners hanno completato l’ultimo programma di perforazione per le esplorazioni a due pozzi nel XV blocco Midia nel Mar Nero Rumeno.

Sebbene la campagna esplorativa non abbia fornito le scoperte di gas attese, dal punto di vista operativo e di HSE, ha avuto successo.

L’esplorazione, cosa è stato fatto dalla Black Sea Oil & Gas

Il progetto ha utilizzato il GPS Saturn, l’unità di perforazione già consolidata in molti progetti.

Un impianto di sollevamento a quattro gambe auto-elevante di proprietà della GSP Drilling, una sussidiaria del Grup Servicii Petroliere.

BSOG ha perforato il primo pozzo, Iulia-1, a maggio, situato a 115 km dalla costa offshore della Romania, a 73 m di profondità.

Per Iulia-1 si è perforato fino a 2.110 m nella formazione Pontiana.

Non si sono incontrati bacini di gas di portata rilevanti.

Invece il secondo pozzo, Paula-1, si trova a 147 km in mare aperto ad una profondità di 88 m.

Questo è stato perforato fino a 1.036 m nella formazione di Daci.

Anche se il gas secco trovato a Paula-1 non è risultato commercialmente valido per i test, ha comunque confermato il potenziale Rumeno, già associato alle scoperte di Ana e Doina.

Perchè è importante questa campagna di perforazione

Nonostante le probabilità di successo di trovare risorse di gas offshore nel Mar Nero non superassero il 25%, l’esplorazione ha portato benefici.

Prima di tutto sono state aggiunte risorse di gas al paese, aumentando così la sicurezza di approvvigionamento.

In secondo luogo, sarà utilizzata tutta l’infrastruttura già proposta per il progetto Midia Gas Development (MGD).

Vale a dire, la possibilità di attirare investimenti legati al gas, tra cui la produzione di energia a gas e le industrie petrolchimiche.

Tutto ciò, creerà posti di lavoro a lungo termine di alta qualità, migliorando la qualità di sicurezza energetica della Romania.

Quindi, per contribuire all’incremento degli investimenti, il parlamento romeno esaminerà la legge offshore a risolvere i processi normativi, la struttura del mercato del gas, il regime fiscale e la stabilità.

BSOG, la mission

BSOG prenderà la sua decisione di investimento entro l’ultimo trimestre di quest’anno.

Di proprietà di Carlyle International Energy Partners e della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, la BSOG ha sede a Bucarest, in Romania.

E’ una società indipendente nel settore petrolifero e del gas rumeno.

Si occupa di esplorazione e sviluppo di risorse di petrolio e gas nella regione. Le sue attività sono il XV Midia Shallow Block e XIII Pelican Block concession nel Mar Nero rumeno.