socar petroleum flag

Contratto italiano a Baku per SOCAR

KT-Kinetics Technology Spa, società del gruppo italiano Maire Tecnimont, si è aggiudicata il contratto con SOCAR, l’azienda statale produttrice di petrolio della Repubblica dell’Azerbaijan, per la fornitura di licenze di processo per una nuova unità che verrà realizzata nella raffineria di Heydar Aliyev a Baku, nell’ambito di un programma di modernizzazione ed espansione del sito.

Il contratto, siglato l’11 febbraio a Baku, prevede la fornitura di tecnologia proprietaria per una nuova unità di recupero dello zolfo che avrà una capacità di 60.000 tonnellate annue. Non è invece stato reso noto il valore del contratto.

Il contratto si inserisce in un più ampio progetto di rilancio del sito, che una volta completato aumenterà la capacità di lavorazione del greggio dalle attuali 6 milioni di tonnellate all’anno fino a 7,5 milioni e porterà l’intera produzione di carburanti ad essere conforme agli standard Euro 5.

La raffineria verrà anche attrezzata per la produzione di materia prima di alta qualità per un impianto di etilene e polietilene gestito da una controllata di SOCAR.

Il programma di revamping della raffineria di Heydar Aliyev fa seguito alla dismissione della vicina raffineria di Azerneftyag e alla conseguente ristrutturazione delle attività di trasformazione, nell’ambito di un piano di eliminazione delle inefficienze derivanti dalla presenza di due impianti a così poca distanza.