Eni, firmato l’Exploration and Production Sharing Agreement per il blocco 52

 

Eni rafforza la sua presenza in Oman grazie a nuova joint venture

La Oman Oil Company Exloration and Production (OOCEP) ha firmato oggi con Eni l’ l’Exploration and Production Sharing Agreement per il blocco 52

Con questo accordo Eni si è aggiudicata una quota pari all’85 percento attraverso la sua controllata Eni Oman BV. Per quanto riguarda OOCEP, questo sarà operatore detenendo  il restante 15 percento.

Le quote della joint venture

Le firme sono state apportate da Mohammed bin Hamad al Rumhi (Ministro del Petrolio e del Gas in Oman), Isam Al Zadjali (amministratore delegato di OOC), Saad Sherida Al Kaabi (Presidente e Amministratore Delegato di Qatar Petroleum) e per Eni ovviamente l’amministratore delegato Claudio Descalzi.

Durante l’evento, Eni ha siglato anche un patto per l’assegnazione di una quota del 30 percento a Qatar Petroleum per lo stesso blocco 52. Pertanto, le quote della joint venture saranno così suddivise: Eni 55 percento, Qatar Petroleum 30 percento e OOCEP 15 percento.

Il Blocco 52 nell’offshore dell’Oman

Il Blocco 52 è situato nell’offshore a sud dell’Oman. Si estende in una grande area di circa 90 mila chilometri quadrati in una profondità tra i 10 e i 2000 metri ancora poco esplorati ma con un significativo potenziale di idrocarburi liquidi.

L’area è stata assegnata a Eni grazie ad una gara internazionale dell’ottobre 2016. Il progetto rappresenta una mossa strategica per Eni che allarga così la sua presenza in una key area come quella mediorientale.

La soddisfazione di Descalzi

Claudio Descalzi ha dichiarato tutta la sua soddisfazione sull’accordo dell’Exploration and Production Sharing Agreement per il Blocco 52. Per l’amministratore delegato del colosso italiano infatti, questo rappresenta “un passo fondamentale nella strategia di rafforzamento della presenza di Eni nel Medio Oriente.”

Ha altresì aggiunto di voler stabilire con il Sultanato dell’Oman “un rapporto di lunga durata, nella migliore tradizione della nostra società.”.

Parole di gradimento anche per Qatar Petroleum, definito da Descalzi “ un partner forte e leader riconosciuto in tutto il mondo nel settore dell’LNG”.