Esposizione Universale Expo 2017 Future Energy, Astana

Expo 2017 in programma in Kazakistan dal 10 giugno al 10 settembre 2017

Dopo quella di Milano nel 2015, nella capitale del Kazakhstan sono in corso i lavori per preparare la prossima edizione dell’esposizione universale si svolgerà nella capitale del Kazakistan.

Il palinsesto sarà molto ricco, con oltre 3000 show e 100 incontri e conferenze su una superfice di 174000 metri quadrati di area espositiva.

Sono previsti 5 milioni di visitatori provenienti da più di 100 paesi.

La mission

L’energia rappresenta l’elemento centrale nelle economie moderne globali, definendone i trend sia positivi che negativi.

La missione dell’energia futura è quella di sensibilizzare la comunità internazionale, incluso le istituzioni e le associazioni con lo scopo di generare dibattiti costruttivi riguardo agli impatti che il mondo energetico ha sulle vite delle singole persone e dell’intero pianeta.

Si tratta di una vetrina internazionale con le tecnologie e politiche più innovative a favore della riduzione delle emissioni di CO2, l’aumento dell’efficienza energetica e la promozione delle fonti alternative.

Ulteriore obiettivo dell’evento, che durerà tre mesi è il miglioramento dei rapporti economici internazionali per un futuro più sostenibile.

Il tema: “Future energy”, l’energia del futuro

Il tema centrale di quest’anno si concentra sull’energia del futuro e sarà suddiviso in quattro sotto categorie:

–       My future Energy: l’uso dell’energia nella vita quotidiana;

–       Energy for life: l’efficienza energetica nella pianificazione della città e delle infrastrutture;

–       World of Energy: le soluzioni per uno sviluppo sostenibile con riduzione di emissioni di anidride carbonica;

–       Energy for all: l’accesso equo all’energia sostenibile per la popolazione mondiale.

Il Padiglione del Kazakistan e il post-esposizione

Il padiglione nazionale del Kazakistan conquisterà con ogni probabilità il record mondiale in quanto comprenderà un edificio in vetro a sfera high-tech di diametro 80 metri e 26000 metri quadrati.

Per quanto riguarda il post esposizione, il padiglione diventerà un centro finanziario per il paese, con la presenza di un organo di sorveglianza giudiziaria indipendente. La lingua inglese sarà la lingua ufficiale del nuovo centro.