Il progetto russo per la costruzione di un gasdotto che unisce le due Coree

 

La Russia potrebbe unire le due Coree tramite un gasdotto per rifornire Seul

Secondo quanto dichiarato dal Ministro per gli Affari Esteri della Corea del Sud Kan Kyung-wha ad un noto settimanale, la Russia potrebbe presto costruire un gasdotto in grado di unire le due Coree.

Il progetto potrebbe essere la chiave per implementare la sicurezza nella penisola.

Secondo il ministro infatti, la Corea del Sud sarebbe pronta a rivedere l’intero business sulla PNG (pipeline natural gas) tra le due Coree.

L’idea per un gasdotto di “unione” è nata nel 2011

Il progetto per costruire un gasdotto russo in Corea è tutt’altro che recente. Se ne parla infatti già dal 2011, quando Gazprom pianificava di trasportare gas naturale tramite un gasdotto in Sud Corea.

Tuttavia, questo doveva passare dalla Corea del Nord, e quindi il progetto è stato fermato a causa della situazione tesa tra le due Coree.

Nel 2012, Gazprom ha provato a riprendere il dialogo dichiarando che: “le idee che ci sono dietro al gasdotto sono molto difficili da mettere in pratica, specialmente a per via del contesto politico – militare e dei rischi politici ai quali si andrebbe incontro”.

Aveva poi aggiunto:” Comunque, qualora ci fosse il volere comune e l’impegno reciproco, questo progetto potrebbe prendere vita ed essee messo in pratica più facilmente. Non solo potrebbe rafforzare la sicurezza energetica bensì anche quella militare”.

Incontro fra i due leader coreani previsto per la fine di aprile

I recenti riavvicinamenti tra i due Paesi hanno portato a concordare un meeting tra i due leader coreani previsto per il prossimo 27 aprile proprio per discutere del progetto russo.

Tuttavia, nessun accenno è stato fatto sul programma nucleare della Corea del Nord.

Ultimamente, il leader nordcoreano Kim Jong Un ha sorpreso tutti effettuando una visita in Cina dove ha incontrato il Presidente Xi Jinping.

Inoltre, Kim sta anche pianificando di incontrare il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.