Inaugurato a Mosca il museo multimediale dedicato al mondo del gas

Cerimonia di apertura con i grandi capi

Il colosso energetico russo Gazprom ha inaugurato in questi giorni il primo museo scientifico multimediale del settore gas a Mosca.

La cerimonia di apertura è stata presenziata dai grandi capi della compagnia energetica quali Alexey Miller, Vitaly Markelov e Vyacheslav Mikhalenko, ma anche da veterani dell’industria.

Il museo è ospitato nella casa che in passato fu sede del centro operativo russo del primo gasdotto a lunga distanza Saratov – Mosca. L’area ricopre una superfice di 1000 metri quadri ed include 10 camere per le esibizioni più alcune aree adiacenti.

Tra passato e presente

La collezione del museo combina il passato con il presente, mescola opere tradizionali con presentazioni tecnologiche all’avanguardia come display multimediali e sistemi interattivi.

I visitatori hanno la possibilità di visionare documenti importanti, foto storiche, reportage e strumenti autentici usati dagli operatori dell’epoca e relativi alla creazione del sistema gas nazionale, esempio tra cui il compressore di gas Cooper.

Una particolare attenzione è destinata ai veterani che hanno contribuito allo sviluppo e alla crescita dell’industria del gas nazionale ma anche agli attuali operatori del settore. Gli ospiti avranno l’opportunità di confrontarsi con loro, di apprendere importanti aspetti riguardanti le loro vite professionali ed ascoltare le loro interviste.

Modelli interattivi e tour virtuali

Inoltre, il museo contiene anche dei modelli interattivi quali: una stazione di compressione gas e di misurazione ed una centrale di distribuzione. Si potrà altresì intraprendere un tour virtuale partendo da un gasdotto fino ad arrivare al consumatore finale.

I visitatori potranno anche partecipare attivamente ad un centro operativo di gasdotti.

In conclusione, grazie ad una serie di reperti e modelli multimediali adatti ad ogni tipo di pubblico, gli ospiti curiosi potranno immergersi nella storia dell’industria e soddisfare ogni dubbio o domanda grazie alla disponibilità degli operatori a fornire chiarimenti sui processi di trasmissione.

A partire da gennaio 2017, il museo sarà gratuito per gruppi che prenoteranno in anticipo.