L’australiana Po Valley riprende i lavori al giacimento italiano Selva

A breve avvio dei lavori al giacimento “Selva”

 

Po Valley Energy Limited (PVE), compagnia austaliana di esplorazione e sviluppo Oil&Gas operante nella pianura padana, è in procinto di riattivare l’impianto Selva.

L’azienda opera in Italia dagli anni novanta attraverso le sue due società controllate Northsun Italia S.p.A e Po Valley Operations Pty Ltd.

Il campo Selva è stato operato negli ultimi 30 anni dall’azienda del cane a sei zampe, producendo 2,3 miliardi di metri cubi di gas.

Tuttavia, stando ai risultati di alcune ricerche effettuate dall’australiana PVE, che ha rilevato l’80 percento degli interessi del giacimento, ci sarebbero ancora delle riserve non sfruttate.  

Un nuovo pozzo chiamato “Podere Maiar 1”

Infatti, PO Valley inizierà a breve i lavori di scavo per un pozzo che sarà profondo circa 1,3 chilometri e che porterà il nome di Podere Maiar 1. Il pozzo sarà scavato nell’area in cui si trova nell’area denominata Podere Gallina, che ricopre una superficie di 330 chilometri tra Ferrara e Bologna.

Sempre secondo PO Valley, si potrebbero produrre ancora 480 milioni di metri cubi di gas dal pozzo Selva. Una volta completata l’estrazione, il gas potrà essere immesso nel mercato italiano in modo facile e veloce, anche perché i punti di accesso alle reti sono strategicamente molto vicine, distano infatti solamente 400 metri dal pozzo.

Tutte le operazioni di preparazione sono già state effettuate.

United Oil&Gas, partner di PO Valley per entrambi i giacimenti, sosterrà una parte dei costi essenziali per finanziare la nuova infrastruttura, in cambio del 20% dei futuri introiti.

Un nuovo target di esplorazione 

Il Presidente di PO Valley Michael Masterman, ha dichiarato che: “PO Valley ha identificato un area del Selva ancora non sfruttata dai precedenti pozzi, così come un nuovo target di esplorazione nel vicino Selva East. In questa operazione abbiamo come partner, al 20% di entrambi i giacimenti, United Oil & Gas. Il pozzo Podere Maiar 1 è un passaggio strategico che ci consentirà di aumentare la produzione di gas in Italia”.