Nuova alleanza tra Eni e Fincantieri nel nome del gas naturale

 

Eni insieme a Fincantieri per sviluppare sistemi energetici legati al GNL

La multinazionale dell’energia Eni e Fincantieri, uno dei più grandi costruttori cantieristici al mondo si sono alleati e hanno firmato una nuova partnership bilaterale (Memorandum of Understanding, MoU) per la collaborazione nel campo della ricerca e sviluppo, inclusa la possibilità di realizzare studi di fattibilità su progetti energetici di gas naturale.

Questo è quanto si è appreso da una nota divulgata dalla stessa azienda Eni alcuni giorni fa.

Per il momento non sono stati rilasciati ulteriori dettagli sulle procedure della nuova collaborazione da parte di entrambe le imprese.

Tuttavia, si è potuto apprendere che “il MoU riguarda un ampio ventaglio di potenziali collaborazioni tra cui lo studio di iniziative relative alla valutazione della catena di trasporto di gas naturale e GNL, e iniziative per la valorizzazione di risorse gas e in particolare, lo sviluppo di progetti relativi a piattaforme galleggianti per produzione offshore e la valutazione di progetti energetici a ridotto impatto ambientale”.

Un’intesa innovativa e di grande importanza a livello industriale

Con questa nuova partnership Eni rafforza il suo impegno nella strategia aziendale che prevede un grosso impegno nell’ambito del climate change e della minimizzazione delle emissioni di CO2, con particolare focus sul settore navale.

D’altro canto, per Fincantieri l’accordo rappresenta un nuovo sbocco per lo sviluppo della propria business unit dell’offshore, in crisi durante gli ultimi anni per via del crollo dei prezzi del greggio.

Fincantieri potrà quindi sfruttare l’occasione di sviluppare nuove competenze e tecnologie per collaborare con il colosso energetico sia su territorio nazionale che internazionale.

Il Gruppo Fincantieri

Fincaniteri è quotata in Borsa ed è leader nella produzione di ogni tipologia di mezzi navali di maggiore complessità: expedition vessels, navi militari, navi speciali, traghetti, yacht e mezzi offshore. Dall’aprile del 2002 è Amministratore Delegato Giuseppe Bono.