Occhi puntati sul prossimo vertice OPEC di Vienna

In attesa del vertice OPEC di Vienna

E’ grande attesa per il vertice OPEC di Vienna in programma il prossimo 30 novembre. Con sorpresa l’Iran ha annunciato la volontà di appoggiare il progetto per la riduzione della produzione e anche L’Iraq ha detto di essere pronto a collaborare. Pertanto, è molto probabile che si raggiunga un accordo definitivo nel prossimo meeting, con conseguente alzamento dei prezzi del petrolio.

Il prezzo del petrolio è già sceso a 50 dollari al barile pertanto, un taglio di 1 milione di barili spingerebbe i prezzi verso i 60 dollari al barile. Se così fosse, ne varrebbe il sacrificio per i gli stati membri di OPEC ed un notevole guadagno per i produttori petroliferi mondiali.

Ma se per l’industria il taglio di produzione è un beneficio, non lo è per i consumatori. Gli automobilisti non saranno molto felici di vedere alzare i prezzi della benzina. Non è una buona notizia nemmeno per le compagnie aeree. I risultati finanziari delle compagnie è migliorato notevolmente grazie al ribasso del prezzo del petrolio. Tuttavia, a seguito del vertice ad Algerì, il Bloomberg World Airline Index è sceso dello 0,6%, Lufthansa ha perso il 2,9% e Ryanair il 2,4%.

L’aumento del prezzo del petrolio, in questo clima di instabilità economica globale, è davvero utile per la crescita?

Difficile prevederlo con accuratezza in questo clima di debolezza economica a livello internazionale. Forse si o forse no, tuttavia occorre tenere conto della logica della Banca d’investimento: L’aumento dei prezzi del petrolio genererà una nuova ondata di capitale che scorrerà nei paesi con maggiore produzione di petrolio come ad esempio l’Arabia Saudita, la quale non sarà in grado di usarlo tutto. Come conseguenza, quello che rimarrà in “eccesso”, verrà introdotto nel sistema finanziario globale e usato dalle banche per finanziamenti. Inoltre, i tassi di interesse saranno minori e i consumatori avranno a disposizione maggiore liquidità.

In conclusione, è probabile che l’aumento dei prezzi contribuirà alla crescita economica a livello internazionale. Non ci resta che aspettare e valutare.