Nuova alleanza OPEC – Russia per altri due decenni di tagli produzione?

OPEC e  Russia starebbero lavorando ad un accordo per tagliare la produzione di petrolio per altri vent’anni

E’ quanto ha annunciato Mohammed Bin Salman, erede al trono dell’Arabia Saudita, il quale ha ammesso che: «Abbiamo già un’intesa a grandi linee, ma non ancora sui dettagli».  

L’obiettivo è provare a ristabilizzare il mercato del petrolio e il prezzo al barile e creare un accordo tra Paesi appartenenti ad OPEC e non che duri dai dieci ai venti anni.

Intanto la notizia ha ovviamente fatto rialzare i prezzi e il Brent è salito infatti a 71 dollari al barile.

Un nuovo cartello strategico: OPEC Plus

Tuttavia la notizia non è una vera e propria novità. In realtà se ne era già parlato in occasione di un vertice tenutosi a maggio dell’anno scorso.

Durante tale evento Suhail Al Mazrouei, ministro dell’Energia degli Emirati arabi, aveva parlato dell’esistenza di una bozza di accordo più duraturo per quanto riguarda i tagli e per riorganizzare l’OPEC Plus in un alleanza permanente.

A tal proposito sia Russia che Arabia Saudita avevano dettato le prime linee guida. Cos’è OPEC Plus? Nient’altro che un nuovo cartello composto dai Paesi alleati nei tagli di produzione, escluso gli Stati Uniti.

Mohammed Bin Salman si è detto molto soddisfatto del progetto a lungo termine. Infatti ha spiegato che “Tutto è iniziato con molti dubbi sul possibile successo di questa strategia. Era la prima volta che il Cartello collaborava con la Russia e con altri produttori, ma penso che abbiamo superato ogni aspettativa”.

Le alleanze astute

Khaled Al Falih, ministro dell’energia saudita ha dichiarato che l’intesa fra Arabia Saudita e Russia continuerà anche qualora il mercato si stabilizzerà del tutto.

E la Russia sembra essere d’accordo. Il ministro energetico russo Novak ha poi commentato che la Russia è disponibile ad ulteriori tagli qualora il mercato lo richiedesse.