OPEC verso estensione accordo taglio della produzione ?

Si va verso la proroga dei tagli produttivi che potrebbero vedere un’estensione fino al 2018

I produttori appartenenti a OPEC e quelli non appartenenti sembrano quasi definitivamente convinti ad estendere l’accordo per il taglio della produzione.

Il saudita Al Falih è stato il primo a parlare in occasione di una conferenza in Malesia: “In base alle consultazioni che ho avuto con i Paesi partecipanti, ho fiducia che l’accordo sui tagli sarà esteso alla seconda metà dell’anno e verosimilmente anche oltre. La coalizione dei produttori è determinata a fare qualsiasi cosa pur di raggiungere l’obiettivo di riportare il livello delle scorte in linea con la media degli ultimi cinque anni”.

Un altro delegato OPEC ha inoltre ammesso che “La volontà di estendere gli accordi per i tagli è fortemente voluto fra i produttori OPEC e non”.

Per la prima volta una prospettiva di proroga così lunga

Originariamente l’OPEC, la Russia ed altri produttori avevano concordato di tagliare la produzione a 1.8 barili di petrolio al giorno per sei mesi, ovvero dal 1 gennaio di quest’anno, per supportare il mercato.

L’organizzazione OPEC è dunque ancora convinta che i tagli aiuteranno a bilanciare la domanda con l’offerta e a rendere il mercato più forte e omogeneo. E in effetti, a livello internazionale, la domanda e l’offerta di greggio hanno cominciato a riallinearsi, pertanto attualmente si sta discutendo sulla reale possibilità di continuare con i tagli anche nella seconda parte dell’anno.

Occhi puntati sul vertice OPEC in programma il 25 maggio

Una decisione sarà presa presa il 25 maggio, ovvero quando i 13 stati appartenenti all’OPEC si riuniranno nuovamente a Vienna.

Gli investitori guardano quindi fiducioso all’imminente meeting OPEC, nella speranza di un’estensione dei tagli nella dimensione o nella durata.

Nel frattempo, e nell’attesa di sapere definitivamente se ci saranno le proroghe o meno, i prezzi del petrolio questa settimana sta crescendo in contrasto ai forti cali della settimana scorsa.