Russia e Arabia Saudita verso estensione accordo OPEC

La Russia e l’Arabia Saudita spingono per estendere l’accordo sul taglio di produzione

Stando a quanto riportato dal quotidiano americano Wall Street Journal, la Russia e l’Arabia Saudita stanno spingendo per prolungare almeno di altri tre mesi l’accordo sul taglio di produzione firmato con i paesi OPEC e non OPEC nel 2016 per aiutare i prezzi della commodity.

Se confermato, il patto sarà mantenuto fino alla fine di giugno 2018.

Sempre secondo quanto dichiarato dalla testata statunitense, i due paesi maggiormente colpiti dalla crisi dei prezzi del petrolio si sarebbero riuniti per discutere la proposta a San Pietroburgo.

Infatti, i due ministri dell’Energia dell’Arabia Saudita e Russia, Khalid al-Falih e Alexander Novak, si sono incontrati a luglio in Russia per discutere della questione e per cercare l’appoggio degli altri Stati coinvolti nell’accordo OPEC.

Eulogio del Pino presto in visita in Russia e Arabia Saudita

Intanto anche il ministro del Petrolio del Venezuela Eulogio del Pino potrebbe programmare una visita in Russia e in Arabai Saudita per intavolare una discussione su una possibile proroga dei tagli prima del prossimo meeting OPEC in agenda il prossimo 22 a Vienna.

L’accordo OPEC non ha portato i risultati sperati

L’accordo per il taglio di produzione era già stato esteso a maggio a seguito del vertice OPEC, con validità a fine marzo 2018.

Rimane dunque da vedere se si giungerà ad un ulteriore patto di estensione tra gli stati membri e non del cartello OPEC.

Per ora, sembra che non sia arrivato ancora alcuna dichiarazione o commento a riguardo da parte dei paesi interessati.

Purtroppo, il taglio della produzione di greggio non ha portato i risultati sperati. Non c’è stato infatti un adeguato aumento di prezzi del petrolio, anche a causa dell’aumento di produzione di shale dagli americani.

Ad aggravare la situazione in queste ore c’è l’arrivo di Harvey. E l’incertezza delle conseguenze (o danni) che potrebbe lasciare con il suo passaggio.