Ancora pressioni per diminuire gli impatti ambientali negativi

E’ necessario cambiare il modus operandi

L’industria del petrolio è in una fase transitoria ed è sempre più sotto pressione a livello globale per diminuire gli impatti ambientali negativi.

Stando a quanto dichiarato da DNV GL, il principale consulente tecnico nel settore oil & gas a livello mondiale, l’industria del petrolio può raggiungere dei target ambientali migliori e rimanere competitiva. Per fare ciò, bisogna cambiare modus operandi. 

Come? Mediante la messa in pratica di due nuovi concepts  

DNV GL ha pubblicato due documenti che forniscono valide linee guida su come e dove effettuare cambiamenti di forte impatto. Questi pur rimanendo dentro i budget economici prestabiliti dalle aziende di riferimento.

Il primo documento: “un approccio economico per ridurre gli impatti ambientali” fornisce indicazioni su come migliorare la sostenibilità dell’ambiente. Identifica misure di mitigazioni economicamente più efficienti.

I tre punti fondamentali sono: 1. La rivelazione e rendicontazione delle emissioni e dei versamenti 2. impatto e risk management 3. miglioramento dell’ambiente.

La seconda documentazione: “diminuzione di CO2 nelle installazioni offshore” mostra invece i risultati di uno studio condotto presso la Norwegian Continental Shelf (NCS).

Questo dimostra la riduzione di emissione CO2 mediante l’attuazione di misure economiche efficienti che includono il recupero delle riserve di gas, l’immagazzinamento di energia e un sistema energetico che combina calore con efficienza.

Benefici ambientali ed economici

Grazie ai risultati incoraggianti di entrambi gli studi, DNV GL è fortemente convinta che questi siano in grado di ridurre l’emissione di carbonio del 29% con conseguente risparmio economico per l’industria. Pertanto, si spera che verranno attuate il più presto possibile a livello globale.

DNV GL ha anche sviluppato una mappa che identifica le regioni e i settori di sviluppo con il maggiore potenziale per la messa in pratica dei due progetti. I risultati sono messi a disposizione per individuare le aree di maggiore sostenibilità e determinare nuove aree di investimento.

Una maggiore trasparenza dei processi di risk management ambientale da parte del settore porterà senza dubbio ad un aumento della credibilità e ad un vantaggio economico significativo.